Mensa di Chulucanas

La settimana scorsa sono riuscito da arrivare fino a Chulucanas, a più di 1000 kilometri da Lima, per fare visita alla Mensa, ancora in costruzione, della Scuola Agraria di Chulucanas.

Assieme ad alcuni insegnanti.

Sono stato accolto con molta simpatia e per me è stata una sorpresa vedere che è già in funzione e quanto sono andati avanti i lavori con il contributo di tanti. A cominciare per gli stessi studenti, guidati dai loro insegnanti di meccanica e falegnameria: sono riusciti a completare la copertura con lamiere di zinco, attrezzare la cucina con tutto il necessario per far da mangiare per 250 persone (tra studenti e insegnanti) e hanno iniziato a chiudere la parte della cucina per proteggere gli artefatti e il mobilio. Anche il pavimento  è già completato e ora vorrebbero costruire un recinto in legno per proteggere la mensa dagli animali. E’ la prossima tappa.

Le pentole con il menù del giorno.

Le cuoche sono state molto gentili e mi hanno fatto assaporare il menù del giorno: una presa di pollo molto saporita accompagnata da riso e lenticchie.

Ho potuto salutare e ringraziare gli insegnanti di meccanica e di falegnameria per riuscire a coniugare l’insegnamento con la costruzione della mensa così necessaria per gli studenti, in particolare per quelli che abitano lontano e non possono ritornare a casa loro per il pranzo. Ma anche per coloro che non hanno la possibilità di pagare il pranzo che li viene offerto gratuitamente.

Sento il dovere di ringraziare quelli che hanno reso possibile la costruzione della mensa y continuano a contribuire in tanti modi per aiutare a completare i lavori e perché i conti chiudano miracolasamente ogni mese!

Gustavo E. Clariá

Leggi anche: Mensa per ragazzi a Chulucanas

Si mangia!
Mentre si fa la fila.
Vista della mensa.

Maricela, dei Focolari, una delle promotrice dell’iniziativa, insieme ad un insegnante.

Hits: 177

Informazioni su Gustavo Clariá 103 Articoli
Nato a Córdoba, Argentina, nonno piemontese, economista, comunicatore, scrittore. Ho vissuto la metà della mia vita in Europa (Italia in particolare) e l'altra in America Latina. Giramondo, aperto alla conoscenza di altre culture. L'unità, nel rispetto della diversità, della famiglia umana, è il mio orizzonte. Cerco, quindi, di vivere la mia giornata "costruendo rapporti" di concordia e di unità. Il mio contributo alla pace.

2 Commenti

  1. Grande lavoro!! Complimenti, speriamo che questa attivita’ Rivolta agli studenti sara’ Frutto di nuove altre attivita’!!

    • Bellissimo una esperienza molto importante rivolta anche ai poverii auguro che diventi sempre più grande!!

I commenti sono bloccati.