Io sono di Dio

17 anni fa, il 19 ottobre 2002, offriva la sua vita Alberto Fernández, carissimo amico focolarino uruguayano. La forte esperienza personale da me vissuta per scrivere e raccontare la sua vita tutta donata agli altri.

Alberto Fernández

“19 ottobre 2002. Alberto Fernández, giovane medico uruguayano che si trova in Brasile per un master in malattie tropicali, si avvia sulla sua macchina verso Votuporanga, dove è atteso per il consueto incontro mensile del Movimento dei Focolari. Ma non vi arriverà mai. “Dov’è Alberto?”: questa la domanda che tutti, nella comunità e nella sua famiglia, si ripetono per giorni e giorni. Lungo queste pagine si ripercorrono quelle due lunghe settimane, in contrappunto tra la voce che segue le ricerche fino alla tragica conclusione, e quella di Alberto che, negli ultimi istanti della sua vita, la ripercorre scoprendovi il “filo d’oro” che la lega: tutto è amore, fino alla fine, e per amore vale la pena giocarsi tutto”.

(del volume “Io sono di Dio. La vita di Alberto Fernández”, pubblicato da Città Nuova Editoriale, Roma 2006)

Gustavo E. Clariá

Hits: 157

Informazioni su Gustavo Clariá 103 Articoli
Nato a Córdoba, Argentina, nonno piemontese, economista, comunicatore, scrittore. Ho vissuto la metà della mia vita in Europa (Italia in particolare) e l'altra in America Latina. Giramondo, aperto alla conoscenza di altre culture. L'unità, nel rispetto della diversità, della famiglia umana, è il mio orizzonte. Cerco, quindi, di vivere la mia giornata "costruendo rapporti" di concordia e di unità. Il mio contributo alla pace.

2 Commenti

I commenti sono bloccati.