Ricordando mio fratello Carlos

Dopo tre splendidi mesi trascorsi in Terra Santa, una  full immersion nella terra che ha visto nascere, crescere, morire e risorgere il Figlio di Dio, a fine del 2008,  passai da Roma per partecipare al ritiro spirituale annuale dei focolarini, prima di tornare in Uruguay, dove risiedevo.

Carlos Clariá

A sorpresa, ci avvertirono (a me e a Marcelo, un fratello) che Carlos, nostro fratello maggiore che abitava a Roma, era stato ricoverato in ospedale. Sapevamo che, dieci anni prima, gli era stato diagnosticato un tumore ma che sembrava, se non scomparso, tenuto sotto controllo. Invece, era rispuntato con forza nei polmoni.

Maria Voce Emmaus, l’allora presidente del Movimento dei Focolari, mi chiese se potevo restare ad accompagnarlo. Cominciò, così, un’esperienza straordinaria accanto al mio carissimo fratello, vivendo e soffrendo con lui le sfide di ogni giornata. Nei cinque mesi insieme, fino alla sua partenza per il cielo, non abbiamo mai parlato della malattia. Per lui ogni giorno era diventato importantissimo. Voleva viverlo concentrato nella Volontà di Dio dell’attimo presente, molto attento ad amare concretamente chi gli stava vicino. Ma anche rispondendo a chi gli scriveva, alle volte con un regalo dei tanti che riceveva o con un breve, ma accurato, messaggino.

Con Marcelo, che è medico, eravamo diventati le sue mani e le sue possibilità di attuare tutto l’amore che voleva esprimere verso tantissime persone che lo accompagnavano, nella sua salita finale, con la loro unità e la preghiera.

La mia mamma con i suoi primi tre figli. Carlos è a destra.

Ogni ora, per lui, contava, anzi ogni minuto, ogni istante … in una corsa intensissima verso la meta, che non immaginavamo così vicina. Quei cinque mesi non li dimenticherò più. Mi hanno segnato per sempre e mi hanno insegnato a prepararmi – solo Dio sa quando – alla mia ora. Quel 9 maggio 2009, alle ore 23,15, Carlos ci ha lasciato, proprio mentre il sacerdote che celebrava la S. Messa accanto al suo letto pronunciava le parole della consacrazione: “Questo è il mio corpo, offerto …”. A 12 anni dalla sua partenza per il cielo, lo ricordo con una nota che scrissi il 24 gennaio 2009, quando la sua salita finale cominciava.

Rocca di Papa, 24 gennaio 2009. Carlos aveva avuto una comprensione nuova e luminosa del proprio “fallimento”. Un luce intensa “Non mia, ma di Dio”, come diceva. Ma che, allo stesso tempo, gli permetteva di capire che il nostro amore, pur con tutta la buona volontà, è sempre imperfetto, sempre comporta un “ritorno” (cioè, un “grazie”, un “bravo”, un ricambio, ecc.). “L’amore puro, casto, è solo Dio”, diceva.

Carlos con Chiara Lubich

Perciò lui sentiva che doveva abbandonarsi a Gesù abbandonato (come Chiara Lubich, diceva), perché la misericordia-amore di Dio potesse agire in lui trasformando il suo amore imperfetto in amore puro, senza un ritorno. Nel senso che il “ritorno” avviene – se anneghiamo tutto in Lui – nel Padre, nel seno del Padre.

Non solo. Capiva – grazie alla fortissima luce di Dio che sperimentava -, che era proprio attraverso il suo fallimento, dello “sbaglio” di fare il bene ma in modo imperfetto, che Dio poteva servirsene per usare la Sua misericordia e perdonarlo, purificarlo e salvarlo. Così sarebbe restato Dio solo.

Per questo provava come un “ribrezzo” – come diceva – anche quando gli si attribuiva qualcosa di buono. Lui voleva puntare solo sull’amore puro, in Gesù abbandonato, dove il “ritorno” (la ricompensa) avverrà solo nel seno del Padre.

Gustavo E. Clariá

Hits: 259

Informazioni su Gustavo Clariá 98 Articoli
Nato a Córdoba, Argentina, nonno piemontese, economista, comunicatore, scrittore. Ho vissuto la metà della mia vita in Europa (Italia in particolare) e l'altra in America Latina. Giramondo, aperto alla conoscenza di altre culture. L'unità, nel rispetto della diversità, della famiglia umana, è il mio orizzonte. Cerco, quindi, di vivere la mia giornata "costruendo rapporti" di concordia e di unità. Il mio contributo alla pace.

84 Commenti

  1. Carissimo Gustavo, è stata una sorpresa per me costatare quanto ha girato oggi il ricordo de Carlos, tuo fratello. Anche una foto che mi è arrivata da lui. Ricordavano alcuni che sono 12 anni della sua partenza.
    Lo sentiamo come nostro, come uno della Spagna. Anche alcuni in Spagna lo ricordano come di loro perché ricordano la tappa Gen. Lo abbiamo avuto come nostro capozona, come compagno di focolare, persino per altri motivi. A me, quando lui lavorava a Roma per il dialogo con persone de convinzioni senza riferimento religioso, mi ha chiesto di fare la traduzione di una rivista per loro, per tradurla allo spagnolo.
    Certo, è specie vostro, della vostra famiglia, tuo, di Marcelo, di Arturo … Che ci aiuti dal paradiso a camminare con la passione che lui aveva per costruire l’Opera, per amare!

  2. Qué lindo recordatorio de Carlos que me mandaste, te agradezco, pensar que conocí el Ideal a través suyo y de Carlos Brusco que vinieron a La Rioja en 1965.

  3. Que hermoso recuerdo y triste a la vez!! Así es la vida Gustavo..tuviste la hermosa experiencia de estar cerca..brindando mucho Amor..Son tristes las despedidas de seres muy queridos..siempre pensando que están mejor junto al Señor..Algún día nos encontraremos..

  4. Caro Gusti, mi sono commosso pensando a Opus. Mi sono ricordato quando alla scuola gen eravamo nel “Giardino degli ulivi”, il piccolo parco che era dietro il salone San Benedetto. Noi gen eravamo seduti per terra e lui ci parlava di come era la vita con l’Ideale, del mondo visto dall’Ideale. Ci dava consigli.
    Vorrei dirti tante cose, ma non serve. Un abbraccio. S.

  5. Ero un ragazzo quando lo conobbi la prima volta ad un congresso Gen a Rocca di Papa, e ancora oggi ricordo tutto ciò che mi disse in un intervallo … Ciao Opus… (Maurizio)

  6. Gracias Gustavo por recordánoslo. Tiene un lugar especial en mi corazón (desde antes del Ideal). Que Dios lo tenga en la Gloria. (Janez)

  7. Un profundo y siempre vivo agradecimiento a Carlos por toda su inteligente y generosa donación a muchísimos hermanos. Desde la Eternidad continua iluminando nuestro camino.

  8. Gracias Gustavo!
    Un regalo recordar a tu hermano Carlos (permitime decir “nuestro”).
    Un gran abrazo!!!

  9. Caro Gustavo
    In Gesù RISORTO ho la gioia di salutarti con AFFETTO : Cex & Opus. Per dirti a quanto è vero che è qui é tra noi…
    Grazie Gustavo!

  10. Gustavo, gracias de este “recuerdo” o mejor esta comunión de alma. Es muy lindo, gracias. Muestras a Opus bajo un aspecto muy original, su amor exclusivo a Jesús Abandonado, amor puro, casto. Un verdadero hijo de Chiara. Mario

  11. Gustavo, fratello carissimo, che dono oggi nel suo “dies natali” ci ha fatto Carlos attraverso di te!! GRAZIE di ❤️!!!
    Mi affido alla sua intercessione per prepararmi, prepararci con amore “puro” all’Incontro con Gesù!!
    Bellissima la Pelada con i tuoi fratelli🤗 l’unita con lei, con Carlos continua in cielo🌈

  12. Bello questo articolo per ricordare Opus, Gustavo. È molta profonda la sua testimonianza di amare Dio per Dio.

  13. Carissimo Gustavo, grazie, grazie di vero cuore di questa pagina che non conoscevo dell’anima di Opus. İo ero da poco al Centro e con lui che era il violetto ho imparato in quei pochi mesi tante cose. Ma soprattutto ho vissuto un’unità bellissima, indelebile nella mia anima. Quando è partito ho sentito come se partisse un fratello di sangue. Ancora adesso, anche con questa esperienza che ci riveli, mi aiuta nel Santo Viaggio.
    Anche a te un abbraccio Gustavo, e tutta la mia unità.

  14. Opus, una persona straordinaria, un popo meraviglioso. E’ stato il mio assistente gen per tanto tempo. Tanti congressi, una scuola gen, tanti incontri, tanti momenti… Ci conoscevamo e avevo con lui anche un rapporto personale fatto di colloqui, di conversazioni. Stavo bene con lui e ricercavo il suo rapporto… Ricordo tanti suoi atti d’amore nei miei confronti. Anche se sono passati tanti anni (40), alcuni atti d’amore sono indelebili nella mia memoria… Che bello quello che racconti di lui: una comprensione particolare dell’amore, la dimensione vera a cui è difficile accedere se non passando per Gesù abbandonato. Grazie Giov per questo ricordo. Che famiglia meravigliosa che siete. Bella la foto che hai messo. Incantevoli voi bambini e tua madre è splendida, bellissima, un’attrice😍. Grazie Giov, per questa breve ma intensa comunione, un respiro di Dio. Buona domenica nel Signore 💙

  15. Ah, Gustavo, tengo tan lindos recuerdos de tu hermano, me enseñó mucho cuando estuve en el Centro Gen, lo tengo grabado en mi corazón. Muchas gracias por hacerlo presente!!!

  16. Grazie Giov….proprio una luce!!! Il 9 maggio 1976 iniziava ufficialmente anche l’avventura in Umbria…cinema Lilli!!

  17. Yo me formé con Carlos. Cuando él estuvo de responsable mundial de los gen y también en España como capo zona. Nos ayudó a todos a entender el ideal de Chiara. Para mi fue una autoridad, un referente, una estrella de luz inagotable. Tenía un amor delicadísimo, se interesaba por cada uno de nosotros, fue uno que caminó a nuestro lado en nuestros años de juventud. Por eso desde aquí le doy las gracias por todo su incansable amor.

  18. Gracias Gustavo por el hermoso recuerdo de Opus. Lo conocí en el 83 cuando la escuela gen a Loppiano.
    Un gran hijo de Dios en toda su expresión!! Un abrazo y gracias por recordárnoslo!!

  19. Grazie Gustavo. Bella la descrizione di vita in Gesù abbandonato. Si notava che viveva solo per Lui. Buona domenica 1👍

  20. Troppo bello il tuo ricordo di Opus… è un bel regalo per la festa delle mamme oggi qui in Belgio. Sopratutto per l’amore grande di Carlos per la Mamma. Che di lassù ci dia una mano a noi tutti per essere ogni momento in Lui, Abbandonato- Risorto !

  21. Caro Gustavo. Sento Opus sempre vicino. È stato un modello irraggiungibile di cristianesimo vissuto. I passi che ho fatto nell’Ideale, li devo alla fiducia nell’amore di Dio che mi ha trasmesso. Lo immagino felice nel seno del Padre con Chiara, don Gino e tutta la Mariapoli celeste. Portiamo avanti il suo esempio. Grazie!!

  22. Ha sido volver atrás y al presente a la vez xq Carlos estuvo y está siempre tan presente. Pienso mucho en el, como hizo, como era, tantas exigencias, tantas cosas de su pensamiento q aún hoy no entiendo pero q incluso sin entender me sigue conmoviendo su capacidad de darlo todo aún con alguien como yo q debí de costarle tanto. Siempre lo he sentido como la persona q más me ha querido y respetado. Seguro q somos miles los q sentimos lo mismo xq a todos nos daba igualmente todo.

  23. Grazie Gustavo, un bellissimo ricordo. Porto in cuore con me quanto mi ha voluto bene… Ti abbraccio forte 👍🤗

  24. Hola Gustavo!!
    Bernardino nos recordó hoy en un grupo con paraguayos que es aniversario justamente de la partida, o sea de la llegada a la Meta de Opus, y nos pasó el. Link de la. Misa. Bernardino también con un amor entrañable y concreto como vos a los paraguayos! Hermoso el recuerdo tuyo a Carlos que ayer me enviaste…y más que un recuerdo, un testimonio a emular… Muchas gracias Gustavo!! Unidísimos!!

  25. HOLA estimado Gustavo. Que regalo de Dios para Carlos y para vos de Jesús en tu querido hermano!! Desde el cielo nos ayude !! A vos y Marcelo por donde VIVE!! GRACIAS UN ABRAZO!🙋‍♂️👍🍇

  26. Hai riacceso in me dei ricordi bellissimi vissuti con Opus quando ero assistente gen, ha sempre avuto un amore soprannaturale verso tutti e il suo amore per i gen era incommensurabile. Grazie per averlo ricordato.

  27. Ciao Gustavo! Ricordo i giorni della partenza di Carlos, ricordo pure il tuo canto alla messa per salutarlo! Io credo che l’anima sia immortale, non-mortale, quindi l’unica cosa che non può fare è morire..se si muore è perché deve fare esperienza di qualcosa che non conosce, l’anima crea qualcosa che non conosce per farne l’esperienza..se così è, si muore perché non c’è la morte, e si fa l’esperienza della separazione perché siamo tutti Uno, per acquisirne piena consapevolezza! Buona domenica fratello carissimo! A breve ti mando un bonifico per l’hogarcito, ho avuto il mio primo stipendio 👍

  28. Grazie Gustavo,
    ricordo Opus in alcuni video, non ho avuto l’opportunità di conoscerlo personalmente e, sono sempre rimasto toccato dalla sua anima e dal suo cuore trasparire dallo sguardo. Una figura maestosa e nello stesso tempo così ricca di umanità.
    Nei momenti difficili che ho passato x la situazione di mia figlia, nell’affidarla alla famiglia dell’opera già in Cielo, senza volerlo, alcuni volti mi tornavano alla mente… Uno di questi era lui.
    Anche oggi nel ricordarlo assieme a Maria, metto nel suo cuore Elisa e il piccolo Lorenzo. Chissà, cosa ha in mente x loro l’Amore!
    Vegli su di loro e li sostenga nel cammino della vita.
    Un abbraccio grande, Claudio.

  29. Muy lindo. Yo estoy aquí por él. Por su labor en España y por una escuela gen en el 80. Es una persona a la que siempre agradeceré a Dios el haberlo puesto en mi camino.

  30. Gustavo, ciao! Ho letto adesso quanto hai scritto su Opus. Mi hai fatto un grandissimo dono! Come ben sai non aveva mai rivelato niente, sino all’ultimo del tumore… Aveva mantenuto un grande riserbo… E tu ora mi hai permesso di entrare nella sua anima, nei mesi più sacri e importanti della sua vita… puoi immaginare l’unità costruita… mancava questa perla…

  31. Muchas gracias Gustavo, hoy hemos rezado por Opus en la misa. Lo tengo muy presente, sobre todo durante el rosario. Toda una generación de jóvenes en España fuimos acompañados y formados por él. Mi agradecimiento es muy grande. Un abrazo!

  32. Gracias Gustavo, me unía una gran amistad con Carlos, estuvimos juntos en Loppiano y me sostuvo en mis años de focolar en Barcelona. Cumplimos años el mismo día, 2 de octubre. Abrazo grande!

  33. Gracias Gustavo por recordarnos a Opus. Me ayudó a comprender lo que Dios quería de mi en mis primeros años en el movimiento.

  34. Grazie Gustavo per questo meraviglioso e toccante ricordo di Opus. Mi ha sempre legato a lui un rapporto profondo e speciale. Peccato che quando è arrivato lui al Centro gen…io sono andato con Peppuccio e quindi non abbiamo potuto vivere sotto lo stesso tetto. Sono grato a lui per quanto a fatto per i gen sia in Spagna che poi al Centro. Dal Cielo continuerà a seguire i giovani che per lui avevano un posto speciale nel suo grande cuore. Un abbraccio forte anche a te e Marcelo. aftab

  35. Opus è stato sempre presente col suo amore di fratello per me.
    Aveva un’anima coraggiosa e tenace. M’ha raggiunto nella mia giovinezza delle volte scombussolata con tanti consigli da vero fratello.
    Sono uno dei tanti che hanno avuto la fortuna di averlo vicino come un riferimento di onestà, limpidezza e amore per Chiara nell’adolescenza.

  36. Che bello questo ricordo di Opus. Per me è stato un faro nella mia vita da gen. Un vero formatore. Grazie

  37. Grazie Gustavo. Mi hai fatto commuovere … Opus è stato il mio primo capofocolare in casetta 5 per 6 mesi quando sono arrivato a Loppiano agli inizi degli anni 60….avevamo una bellissima unità e abbiamo fatto tante belle esperienze insieme… Il suo ricordo è vivissimo nel mio cuore ❤. Posso dire di aver imparato l’ideale da lui… In paradiso so che mi accoglierà con tanta festa come il suo 18.mo fratello… Grazie ancora caro Gustavo… A presto. Con affetto in Gesù e Opus…. Pippo.

  38. Carissimo Gustavo. Grazie di questo ricordo… che sembra piuttosto un riportare in vita la figura e il senso dell’esistenza di questo tuo, ma anche nostro, fratello.

  39. Gracias Gustavo. Ha sido una meditación leer tus recuerdos de Opus. En España le tuve un gran cariño a mi edad gen.

  40. Grazie Gustavo… io sono stato uno dei tanti gen che ha potuto toccare con mano la sua predilezione verso le nuove generazioni… con infinita gratitudine, Marco

  41. Muy lindo Gusti. Así se fue Carlos, aunque para mi sigue más vivo que nunca en todos nosotros y tantos otros hermanos.

  42. Grazie Gustavo, mi hai fatto rivivere momenti dell’epoca di Opus impressi nella mia memoria. Carlos è stato nostro leader e modello, dei ragazzi e giovani alla ricerca di una comprensione profonda della voce di Dio in noi. Indimenticabile . . . . . . . . . . . come te !

  43. Que lindo era Carlos, fisicamente e espiritualmente. É um popo que guardo no coração. Gustavo obrigado pela sua experiência e pela de Carlos até a hora de partir para o Paraíso. Verdadeiramente está no céu, só nos resta seguir o exemplo daqueles que já partiram, para quando chegar a nossa hora, possamos dizer: Jesus e Maria, Eu amei.

  44. Gracia Gusti todo eso que decis , lo tengo grabado a fuego “ribrezzo .” Me lo dijo a mi justamente cdo dije de el algo bueno. Imposible olvidarlo…y aprendo de este momento todo el tiempo.
    Como de sus dolores en esos momentos. Tambien te recuerdo a vos esos dias intensos
    Y tambien aprendo de como aceptaste cambiar tus planes. Algo q debe haber sido muy dificil para vos

  45. Gracias, Gustavo! Qué profundo. Tengo un lindo recuerdo de él y de cómo vivió su enfermedad. Sabía, yo, que él no había querido contarle mucho a los popos de su focolar, de su enfermedad. Tal vez para no importunarlos, para que no se preocuparan… Cuánta delicadeza!

  46. Hermoso recuerdo Gusti! Y me viene a la memoria cuando llegué a Loppiano con otros 4 muchachos, él pidió que yo fuera con él a su focolar. Allí nació una relación profunda que se prolongó en el tiempo!
    Nunca dejó de contestarme ningún mensaje, ningún mail que yo le escribía, aunque sea un na cosa aparentemente sin importancia! Era el sello de un santo! Y un santo de verdad!
    Gracias por lo que compartís!

  47. Un sincero y doveroso homenaje…
    Compartí con él los meses de gen en el Centro Gen preparando el genfest 90…
    Una experiencia que queda para siempre.
    Qué fortuna tuviste de estar con él esos meses… Y Carlos con ustedes..

  48. Gracias Gustavo! Que linda “experiencia ” con Opus! Me imagino, momentos especiales, solemnes, sagrados. Conocí a Opus en Barcelona, estaba Luminosa también en ese momento.

  49. Muchas gracias Gustavo por esta profunda y hermosa experiencia. Tuve la suerte de interactuar durante algunos años con Carlos: él estaba en el centro gen y yo era asistente gen de zona en Milán. Tuvimos una hermosa relación, me sentí muy ayudado y comprendido por él. Lo recuerdo con gran afecto. ¡Un abrazo a vos!

  50. Ora, insieme a Chiara, Salus e tutta la schiera dei mariapoliti celesti ci accompagneranno nel nostro santo viaggio!

  51. Ciao Gustavo… sono veramente edificata da questo racconto. Sapevo che era grande, ma ora che lo conosco di più mi sembra che sia andato direttamente in Paradiso e ora è con Chiara. Tu annota tutto quello che ti ricordi di lui così, quando sarà il momento avremo del materiale per scrivere.

  52. Carlos marcó la vida de muchos de nosotros con su radicalidad y fuerza, así queríamos ser todos los jóvenes de esa época.
    Era una vida concreta y real, un desafío que ya había iniciado su generación y nosotros deseábamos correr tras ellos.
    Gracias Carlos, vivimos contigo días de paraíso y ahora que estás allí, ayúdanos a ser fieles, como tú, hasta el final.

I commenti sono bloccati.