Un nuovo amico

Le attività del club nell’ex pollaio della nostra casa andavano a gonfie vela. Ormai eravamo più di dieci “soci” … Una folla! Un pomeriggio, la mia mamma ci ha detto che una sua amica era venuta a conoscenza del nostro club le ha chiesto se potevamo invitare anche suo figlio che non aveva amici.

Non l’abbiamo pensato due volte e siamo andati a trovarlo a casa sua, chitarra in mano, com’era nostra abitudine. Ricordo che Marcos era a letto ammalato e abbiamo cantato nella sua stanza alcune canzoni del nostro folklore per rallegrarlo.

Allora ci era sembrato un fatto assolutamente normale. Anche se, pensandolo ora, capisco di più la gioia di Marcos, che era senza amici, di vedere la sua stanza colma di ragazzi che suonavano la chitarra e cantavano per lui. Appena rimesso in salute si è aggiunto al club e non ci ha più lasciati.

Ogni 6 mesi facevamo le “elezioni” delle nuove “autorità” del club e Marcos veniva scelto, quasi sempre, come il tesoriere: un amico fedele, che generava fiducia. Ma non è stato l’ultimo ad aggiungersi al gruppo. Dopo di lui, sono arrivati tanti nuovi amici. Credo che quasi tutti i ragazzi del quartiere siano passati, prima o poi, dall’ex pollaio!

Tanti anni dopo, mi sono trovato con una difficile situazione da gestire. Ormai non sapevo più a quale santo rivolgermi! Si trattava di un amico che aveva un recinto di cavalli nella campagna romana, a una trentina di chilometri dalla città eterna. La mia casa era proprio di fronte alla sua. Tra i tanti animali di sua proprietà, c’era una cavalla che soffriva di una strana malattia alla pelle. Io, amante dei cavalli, non sopportavo di vederla soffrire. A causa del forte prurito che pativa era sempre in cerca di un tronco d’albero, un palo, o qualsiasi altra cosa dove grattarsi cercando un po’ di sollievo. In realtà, l’unica cosa che otteneva era quella di aumentare le ferite che si procurava dappertutto sul corpo.

Il mio amico, allora, ha preso la decisione di isolarla in un piccolo recinto, per evitare che continuasse a farsi del male. Ha cercato, poi, tutti i rimedi possibili per fermare il prurito. Ha anche sperimentato tutte le cure conosciute per debellare questo tipo di malattia equina. Ma non c’era niente da fare: “Soledad” – come io l’avevo battezzata perché rimasta sola nel suo recinto – restava con il suo patire.

Allora mi sono ricordato del mio vecchio e caro amico Marcos, il quale – nel frattempo – era diventato un apprezzato ed esperto veterinario. Mi sono messo in contatto con lui che si è subito assunto il problema come fosse suo. Mi ha mandato da suo figlio, anche lui veterinario e specializzato proprio nelle malattie di pelle degli equini.

Dopo diversi tentativi Matías è riuscito, a distanza, a trovare la formula adatta per guarire definitivamente Soledad dalla sua dolorosa malattia. Giuseppe, l’amico romano, non riusciva a crederci e non sapeva come ringraziare.

La sua gioia nel vedere Soledad guarita sono stati, per Matías e per me, molto più di un semplice grazie.

E tutto è nato, e continua, da un’amicizia iniziata nella stanza di un malato e cresciuta in un ex pollaio, diventato l’indimenticabile Club Gli Amici.

Gustavo E. Clariá

Print Friendly, PDF & Email

Hits: 128

Informazioni su Gustavo Clariá 66 Articoli
Nato a Códoba, Argentina, nonno piemontese, economista, comunicatore, scrittore. Ho vissuto la metà della mia vita in Europa (Italia in particolare) e l'altra in America Latina. Giramondo, aperto alla conoscenza di altre culture. La unidad de la familia humana, en el respeto de la diversidad, es mi horizonte. Cerco, quindi, di vivere la mia giornata "costruendo rapporti" di concordia e di unità. Il mio contributo alla pace.

29 Commenti

  1. Que historia de vida tan bonita y simple, pero con una liga afectiva que perduró a lo largo de los años y trascendió generaciones… Ni Marcos ni ustedes fueron capaces de ver tan a futuro aunque sí sabían de la siembra

  2. Bellissima esperienza caro Gustavo, sia del ragazzo sia della cavalla Soledad … Proprio belle … Grazie ancora. A presto!

  3. Grazie Gustavo esperienza molto bella ed attenta e sensibile a ki ci sta accanto, ieri come oggi….
    Nb: la leggo in una pausa del Consiglio Comunale e mentre la leggo mi rasserena cn conseguente positività di umore. Bna serata Stefano

  4. Qué lindas tus experiencias, querido Gustavo, son de paraíso. Es difícil no ingresar en ese momento vivido de la manera como lo cuentas! Muchas gracias, tan maravilloso camino, un abrazo!

  5. Hermoso tu escrito Gustavo!!
    El amor siempre vuelve… Es una experiencia que puede ayudar a explicar una pedagogía de la reciprocidad.

  6. Muy hermosa tu experiencia de amigos . Me emociono lo de la yegua xq me encantan los animales . Yo tengo dos mascotas son perritas mara y tita y me hacen tanta compañía sobre todo ahora que tenemos que quedarnos en casa . Gracias x compartir experiencias tan lindas . Te mando un abrazo a la distancia

  7. Grazie Gustavo. Giro i tuoi blog appena li vedo. Bellezza è lo splendore del vero e tu racconti storie vere. Grazie 😘

  8. Bellissima esperienza Gustavo, con la medicina giusta si guarisce ogni male basta però avere un amico al posto giusto !!! Un abbraccio !!;😀😀😀😉😉👋🏻👍🏻

  9. Ogni nostra azione ha una portata sociale inimmaginabile! Che stupendo esempio concreto della capacità dell’amore di innescare amore. Grazie Gustavo!

I commenti sono bloccati.