Fine settimana di festa

Da
giorni c’è molta attesa, i bambini sono in subbuglio. Si preparano per il campeggio del fine settimana con Mariel, Ivan e Marvin, che arriveranno da Lima per stare con loro.

Vista panoramica di Lámud, Dipartimento Amazzonas.

C’è stato un momento di sospensione per la cancellazione dei voli causa maltempo. Siamo nella stagione delle piogge. Dopo lo spavento per il loro mancato arrivo, il volo è stato riprogrammato e sono arrivati ​​ieri, venerdì sera, giusto in tempo per rivedere il programma e trovarsi, in mattinata, nel luogo previsto per accogliere i bambini e gli adolescenti.

I genitori arrivano portando i figli, sono una trentina. Jenny e Mariel fanno firmare loro il certificato di “tutela del minore”, dove ci assumiamo l’impegno a prenderci cura dei bambini.

Javier li riunisce e dà le regole della convivenza: cura della natura (tutto deve restare migliore di come l’hanno trovato), rispetto reciproco (amore reciproco), godersi il campo 2023.

I ragazzi e bamini giocano nel Campeggio Lámud 2023.

Si è già cominciato a montare le tende per passare la notte e si stanno organizzando i giochi, per ora diversi, per ragazze (danza, dinamica…) e ragazzi (calcio, pallavolo). Noto un adolescente allontanarsi dal gruppo. Mi avvicino e mi siedo accanto a lui. Parliamo di cavalli e un puma, quando ne ho incontrato uno quando avevo la sua età. A poco a poco parla anche lui. Gli racconto di quando, nella mia adolescenza, volevo stare da solo perché mi sembrava che nessuno mi capisse, solo il mio cane… Lui ride…
Da
vanti a noi gli altri ragazzi giocano a pallavolo. Lo invito, ci uniamo al gruppo. Nel primo gioco sono “quel signore”; nel secondo, “Don Gustavo”; nel terzo “dà la palla a Gustavo!”. Questi ragazzi sono inclusivi.

Le tende pronte per i ragazzi. Le ragazze dormiranno sui materassi per terra nella casetta del predio.

Nelle dinamiche si racconta la storia dell’Hogarcito e del Movimento dei Focolari. I bambini ascoltano e partecipano con grande interesse. Nel frattempo, Jenny e Ivan sono arrivati ​​con la spesa per preparare un delizioso pranzo e delle pizze per cena.

Il sole è apparso presto e ha deciso di restare, cosa che non era accaduto in questi giorni. Sembra che Dio Padre abbia una predilezione per i suoi piccoli. Oggi qui tutto è festa!

Ivan, in piena elaborazione delle pizze, per la gioia dei bambini.

Il programma prosegue con la presentazione del “
Da
do dell’Amore”, con le sue sei facce incise: “Ama tutti”, “Ama per primo”, “Vedi Gesù in ognuno”, “Ama il nemico”… i bambini si divertono a lanciare i dadi ancora e ancora. Mariel spiega il significato di ogni frase e invita a metterla in pratica.

Poi, tutti i bambini si riuniscono attorno per il “rito del condire le pizze”, con salsa di pomodoro, formaggio, prosciutto, ananas… Le ragazze si dimostrano molto abili; i bambini fungono da supporto. E sono uscite le prime tre pizze, calcolate in modo che ce ne sia una fetta per ogni bambino. Poi ne seguiranno altre sette, fino ad esaurire le dieci pizze previste. La “mazamorra” finalmente riempirà lo stomaco dei bambini.

I “dadi dell’Amore”, con i sei punti dell’Arte d’amare.

Siamo pronti per il falò! Dove si terrà il festival dei talenti. Canti, balli, giochi, attorno al fuoco. La vitalità dei bambini comincia a esaurirsi. Tutti a dormire! Le ragazze nella casetta sui materassi per terra, i ragazzi nelle tende. Anche se sembra che si dormirà poco.

I ragazzi e le ragazze si sono svegliati molto presto, anche se si sono addormentati tardi; non vogliono perdere un momento di condivisione. Dopo la colazione partiamo per il punto più alto di Lámud, dove si trova una grande Croce.

Una sosta durante la passeggiata.

Durante l’escursione si evidenza l’importanza della natura e della sua cura.
Da
ll’alto i bambini osservano la loro piccola città: è arrivato il momento di scendere per mettere in pratica tutto quello che hanno imparato in queste due intense giornate e condividerlo con genitori e amici.

Il tocco finale arriva nel pomeriggio, all’Hogarcito. Padre Castinaldo – parroco di Lámud – celebra la prima Santa Messa nella Cappella Domestica, con la presenza di alcuni anziani, la compagnia delle suore messicane con i loro canti, e l’emozione di tutti i presenti. E il dono più grande: ci lascia il Santissimo Sacramento! I nonni, da oggi, festa di Chiara Luce, avranno sempre la presenza di Gesù nel Tabernacolo.

“Grupo corazón”, alma mater del Hogarcito: Jenny, Javier, Mariel, Marvin, Ivan, Gustavo e Lucho (anziano del Hogar).

Domani torneremo a Lima, anche noi con l’impegno di condividere quanto abbiamo sperimentato in questa settimana di festa e di fuoco per la presenza spirituale di Gesù in mezzo a noi.

Gustavo E. Clariá

Views: 255

Condividi

Pubblicato da Gustavo Clariá

Nato a Córdoba, Argentina, nonno piemontese, economista, comunicatore, scrittore. Ho vissuto la metà della mia vita in Europa (Italia in particolare) e l'altra in America Latina. Giramondo, aperto alla conoscenza di altre culture. L'unità, nel rispetto della diversità, della famiglia umana, è il mio orizzonte. Cerco, quindi, di vivere la mia giornata "costruendo rapporti" di concordia e di unità. Il mio contributo alla pace.

37 Risposte a “Fine settimana di festa”

  1. Grazie Gustavo. Ho letto con molto interesse questa iniziativa. Che la Madonna porti avanti questi bambini con i loro genitori. Bello, proprio una conferma dell’importanza di cominciare da qualche parte.

  2. Che bello, Gustavo! Un regalo che mi hai fatto raccontando questo incontro che avete fatto con Gesù in mezzo nel Hogarcito, che mi sembra una passione tuo. Certo, quello che è costruito con Gesù in mezzo è opera di Dio ed a Lui appartiene. Bravissimi! Avanti sempre. Un abbraccio forte con tutto il mio cuore.

  3. Hola Gustavo, he logrado leer los dos artículos. Qué fuerte lo que le sucedió al anciano que le mataron a su hija, qué generosidad se ha producido con el abuelito que dio su casa para la familia y la joven que quedaron en la calle. Realmente es edificante la generosidad y el amor que se ha ido generando entre ellos. Gracias!

  4. Grazie Giov! Bellissima esperienza con i bimbi, con tante grazie per ognuno de loro e per la convivenza vissuta insieme agli anziani,le collaboratrici, Jenny, le volontarie e i volontari! Abbiamo pregato molto per questi giorni!

  5. Hermoso, Gustavo! como siempre! como todo lo que escribís de esta gente, de esta realidad. Bien sintético, como a mí me gusta. Las fotos, excelentes!

  6. Qué lindo encuentro! Trae nostalgias de los congresos de Gen 3. Un abrazo enorme!

  7. Hola Gustavo, muchas gracias por compartir. Tal vez iremos un día con Javier. Nos gustaría visitar a los ancianos.

  8. Qué lindo, Gusti! Me hizo acordar a los campamentos que íbamos nosotros de Acción Católica. Abrazo fraterno.

  9. Qué linda experiencia. Trabajar con niños es sublime. Tanta falta hace!!!

  10. Hola Gustavo, me alegra saber todo lo que han avanzado, gracias por compartirlo!

  11. Gracias Gustavo por tan hermoso relato. Tu forma de escribir nos traslada al lugar, realmente han sido Chiara visitando Lámud!

  12. Hermoso! Qué feliz me siento de leer lo vivido de ustedes. Hubiese gustado estar ahí. Qué maravilla lo del campamento!

  13. Grazie mille Gustavo del tuo magnifico reportage. Ci ha fatto vivere questo week-end di ciel per questi ragazzi. Per la provvidenza cerco di fare la mia parte, fiducioso … Un grande abbraccio!

  14. Hola, buenos días! Pasaron un lindo fin de semana. Me gustó la historia del voley, los niños con los juegos se divierten y agregan a todos.

  15. Hola Gustavo, me alegra saber que el Hogarcito va adelante. Muy lindo ese fin de semana en Lámud con los niños y los ancianos. Muchas gracias por compartirlo!

  16. Hola Gustavo! Muchas gracias por compartir esta experiencia tan linda de Jesús en medio con los chicos y el Hogarcito!!! Muchas bendiciones para todos, al equipo, a los chicos y ancianos! Un abrazo fuerte!

  17. Bellissima esperienza… mi attivo per smuovere gli aiuti, intanto va il mio.

  18. Mil gracias Gustavo, fue muy lindo leer cada momento vividos. Sentí que estaba ahí con ustedes, disfrutando y dando gracias a Dios por todo lo que hacen por el Hogarcito. Los pequeños felices, aprendiendo el Arte de Amar !

  19. Grazie per questa esperienza condivisa con noi. Bellissima! Buona giornata !

  20. Hola! Recién lo leí. Precioso. Me detuve especialmente en el niño que se apartó del juego y te acercaste a dialogar con él, compartiendo tu experiencia cuando tenías su edad.

  21. Muchísimas gracias por hacernos partícipes de todo lo vivido en esta visita al Hogarcito, plena de bendiciones inesperadas!

  22. El como relatas y lo relatado se completan reciprocamente haciéndonos revivir con los chicos ese fin de semana tan especial. Gracias y un abrazo…

I commenti sono chiusi.